Home Notizie Juve Gianluigi Buffon: titoli di coda con un finale perfetto

Gianluigi Buffon: titoli di coda con un finale perfetto

Buffon addio Juventus
Foto: Buffon celebrato dai compagni / Facebook

Si è ufficialmente concluso il secondo atto del rapporto tra Gianluigi Buffon e la Juventus. L’estremo difensore dei bianconeri ha scelto di chiudere quello che è stato un altro capitolo importante della sua carriera e lo ha fatto nel migliore dei modi. Titolare nella finale di Coppa Italia giocata lo scorso mercoledì, il portiere è riuscito a portare a casa il suo secondo trofeo stagionale, concludendo da protagonista quest’ultima stagione.

L’addio di Buffon alla Juventus: il suo annuncio

I motivi che hanno portato Buffon a compiere tale scelta non sono ancora noti, ma l’addio alla sua Juventus lo ha dato lui stesso in un’intervista rilasciata a beIN Sports: “Quest’anno si chiuderà definitivamente la mia esperienza in bianconero – ha dichiarato il giocatore –. Penso di aver dato tutto per la Juve. Ho ricevuto tutto e più di così non possiamo fare. È la fine di un ciclo ed è giusto che tolga il disturbo”, ha poi concluso l’estremo difensore.

Quello annunciato da Buffon è il secondo addio – e sicuramente anche quello definitivo – alla Juventus. Il primo, avvenuto nel 2018, lo aveva portato ad affrontare una nuova avventura con la maglia del Paris Saint-Germain. Oggi, invece, a 43 anni compiuti, il suo futuro sembra essere lontano dal campo, a meno di clamorosi colpi di scena.

Dopo l’ultima sfida di campionato vinta dai bianconeri contro il Bologna, la sua ormai ex squadra ha voluto tributargli un ultimo saluto. “Un grazie non sarà mai abbastanza”, ha scritto sui social la Juventus, mentre Buffon ha festeggiato l’ultimo traguardo insieme ai suoi compagni, quello della qualificazione alla prossima Champions League. “I titoli di coda perfetti per un finale da favola”, ha commentato il portiere.

La lunga carriera di Buffon

Con una carriera ricca di successi, Gianluigi Buffon è oggi considerato uno dei portieri più forti al mondo. Al Parma deve il suo debutto non solo tra i pali, ma anche in Serie A. Era il 19 novembre 1995 quando un giovane Buffon si trovava a giocare la sua prima partita nel massimo campionato contro una big come il Milan. Uscito imbattuto da questa gara, si è poi guadagnato anche il titolo di migliore in campo.

Dopo aver collezionato 220 presenze con la maglia dei ducali, con i quali è riuscito a conquistare i suoi primi tre trofei – una Coppa Italia, una Supercoppa Italiana e una Coppa Uefa –, Buffon è approdato alla Juventus nel 2001. Da quel momento in poi, la sua carriera è stata contrassegnata da ulteriori record non soltanto con i bianconeri, ma anche con la Nazionale Italiana, conquistando il titolo di Campione del Mondo nel 2006. Dopo una breve pausa in Francia, l’estremo difensore è rientrato alla Juventus nel 2019.

Negli ultimi due anni ha ricoperto, però, il ruolo di secondo portiere alle spalle di Szczesny, scegliendo dunque di mettersi da parte per lasciare spazio ai giovani. Lo stesso Buffon, in una recente intervista a Sky Sport, ha infatti dichiarato: “Penso di essere una personalità influente e forse anche ingombrante, ma credo che nessuno lo abbia percepito dall’esterno: non è facile capire quando è il momento di sminuirsi e di mettersi dietro le quinte lasciando ad altri le luci del palcoscenico. Sono contento di aver superato questa prova anche come persona”.

Hobby e vita privata di Buffon

Buffon, però, da personaggio pubblico è spesso stato al centro delle attenzioni non soltanto per la sua carriera piena di traguardi importanti, ma anche per la sua vita privata. Dalle relazioni amorose, prima con Alena Seredova e poi con la giornalista Ilaria D’Amico, sua attuale compagna, alle sue passioni per il gioco, in particolare per il poker e per il casinò. Lo stesso, in passato, è stato anche testimonial di alcuni tornei organizzati nella città di Sanremo e non solo.

Questo aspetto della vita privata di Buffon è stato spesso presentato da molti siti del settore, tra i quali quello internazionale di OddsChecker – attivo sia nel mondo delle scommesse che in quello del gioco online.

“Avere personaggi come Buffon che si avvicinano al gioco online è sicuramente un vantaggio importante per il settore visto che rappresentano un veicolo pubblicitario molto importante,” ha spiegato Giovanni Angioni, Head of Gaming della Oddschecker Global Media, a Calciomercato Juve.

“Il fatto che uomini di sport positivi, come l’ormai ex portiere della Juventus, si avvicinino al gioco, permette anche agli altri giocatori di conoscerne l’aspetto ludico e di giocare in maniera consapevole, il che aiuta moltissimo ad evitare di incappare nei pericoli intrinsechi al gioco d’azzardo”, ha concluso Angioni, che con la versione in italiano del suo OddsChecker, è conosciuto per offrire la più completa lista di casino con bonus di benvenuto senza deposito attivi con licenza dell’Agenzia delle Accise, delle Dogane, dei Monopoli.

Quello per il gioco, però, è più un hobby per il portiere, che ha scelto di affiancare anche ad un’altra attività avviata negli ultimi anni, ovvero quella della produzione di vini. Buffon ha infatti scelto di investire in una cantina nel Salento, acquistata dall’imprenditore Fabio Cordella.

Futuro da calciatore o allenatore?

Conclusa, dunque, la sua ultima stagione con la Juventus, Gigi Buffon non sa ancora quale sarà il suo futuro. L’estremo difensore, da quanto appreso nelle sue ultime interviste, non vorrebbe appendere i guanti al chiodo. Se dovesse ricevere un’ulteriore offerta degna di nota, non è detto che a 43 anni possa decidere di lasciare il segno altrove.

In alternativa, potrebbe anche valutare un ruolo dirigenziale in qualche squadra, oppure tentare la strada da allenatore come accaduto per altri ex campioni del mondo come il suo attuale allenatore, Andrea Pirlo, o Gennaro Gattuso.